VIDEO – Viviamo in un mondo governato da algoritmi

Un mondo governato da algoritmi ha impatti sociali, politici, economici che ci portano alla cosiddetta algocrazia e al capitalismo di sorveglianza. Gli algoritmi stanno avendo un peso sempre più rilevante concentrando il potere globale nelle mani di pochissime multinazionali

 

 

Iniziamo dall’abc, cos’è un algoritmo? È un modello matematico che racchiude istruzioni per risolvere un problema o effettuare delle attività.

Aneesh Aneesh è un professore/ricercatore che ha teorizzato il concetto di algocrazia un modello di organizzazione senza controlli burocratici classici ma guidata da codici e algoritmi

Aneesh ha coniato il termine “algocracy” per identificare “le regole del codice” (o di un algoritmo) quale modello di organizzazione che può sostituire le “regole di un ufficio” (la burocrazia di un’azienda o di un sistema economico)

L’algocrazia tende ad appiattire tutte le gerarchie burocratiche perché non necessita di alcun livello di gestione intermedio o centralizzato. Il “rovescio della medaglia” potrebbe essere la concentrazione del potere globale nelle mani di chi “padroneggia” gli algoritmi

Shoshana Zuboff, Emerita alla Harvard Business School, parla di un nuovo modello di “capitalismo della sorveglianza” di cui Google ne è il pioniere e il cui modello sociale (secondo alcune indagini dell’Economist) è oggi guidato da sole cinque multinazionali: Alphabet/Google, Apple, Facebook, Amazon e Microsoft.

In questo video ho racchiuso in pochi minuti le più ampie riflessioni riportate attraverso le mie interviste fatte ad Aneesh e Zuboff (che potete leggere qui)